• pregare-per-i-nemici-colored

“In questo mondo tutti sono orrendi… Sono tutti lì a urlare uno contro l’altro, nessuno è più educato, nessuno più si mette nei panni dell’altro!”. È quello che dice al culmine della sua pazzia Arthur Fleck che diventato Joker si macchia di orrendi delitti nella metropoli di Gotham-City. La storia di fantasia narrata nel film “Joker”, è una storia in cui la cattiveria del cattivo sembra nascere non solo dal di dentro ma anche dal luogo dove vive e dalle persone che lo circondano. Arthur diventa lo spietatissimo Joker perché il suo mondo è senza pietà, senza amore, circolo vizioso di vendette, ritorsioni e indifferenza verso chi soffre.

 

Il mondo di Joker è quello del “occhio per occhio, dente per dente”, dell’odio verso il nemico, della vendetta per chi ti fa un torto, e separazione profonda tra ricchi e poveri, dove anche chi ti vive nell’appartamento accanto per te non esiste.

Il successo meritatissimo di questo film, interpretato in modo strepitoso da Joaquin Phoenix, è forse dovuto perché smaschera in chi lo guarda quel fondo di cattiveria che abbiamo dentro e perchè rappresenta la nostra società in modo terribilmente vero.

 

Ed è questo il mondo che Gesù è venuto a rivoluzionare, questo mondo in cui si giustificano le vendette, le chiusure e la violenza. Gesù vuole convertire il nostro modo di vivere le relazioni umane, immedesimandosi proprio nel più povero e diseredato. Gesù è entrato pienamente nella violenza degli uomini per spezzare quel circolo che crea violenti e genera dolore.

“Avete inteso che fu detto… ma io vi dico…”, è una proposta di un mondo nuovo, dove è possibile amare più dell’amore ricevuto, dove si può amplificare la compassione, la gentilezza, l’altruismo e il perdono, e nello stesso tempo smorzare tutti i segni di divisione, vendetta e indifferenza.

 

Sembra un’utopia amare i nemici, pregare per chi ci vuol male, non vendicarsi, cercare legami anche con chi non conosciamo o non vorremmo conoscere. Sembra davvero un mondo impossibile, ma è l’unica possibilità per far sì che tutti quanti non ci trasformiamo in Joker, con una maschera da clown, con un finto sorriso di finta felicità.

 

“Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste”, dice Gesù ai suoi discepoli. Sembra la proposta di un film di fantascienza, bello quanto impossibile. Pensiamo che essere “come Dio” sia possibile solo con effetti speciali, pensiamo che la realtà è diversa e siamo condannati solo a difenderci per non venire fregati in questo mondo. Se pensiamo così noi cristiani, allora davvero il Vangelo è finito! Se pensiamo che è impossibile perdonare chi ci fa un torto, se pensiamo che sia impossibile tendere la mano anche a chi è diverso da noi in stile di vita, pensiero, nazionalità e cultura, allora si che quello che Gesù ha detto è solo una battuta da copione ma niente più.

 

Voglio davvero crederci che la proposta di Gesù “ma io vi dico…” è possibile, anzi è la strada meravigliosa per creare un mondo davvero come Dio vuole. Voglio credere che posso essere come Dio non nei superpoteri, ma nel super-amore che mi rende capace di cose ben più incredibili del volare o fare magie, ma mi fa amare come lui, come Gesù stesso ha mostrato.

Joker si dipinge una maschera da clown per nascondersi, ma la maschera che noi abbiamo ricevuto non tanto sulla faccia ma sul cuore è quella di Cristo. Quale scegliamo?

Giovanni don

Scrivi un commento...

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* *

Per inviare il messaggio, rispondi a questa semplice domanda *